Immagine di Testata

STRUTTURA


Responsabile di Area
ISTRUTTORE DIRETTIVO

Donatella Governi
Telefono: 0578712227 - Fax 0578757355
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
 - Riceve su appuntamento

FUNZIONARIO AMMINISTRATIVO CONTABILE
Francesca Buonafortuna
Telefono: 0578712257 - Fax: 0578757355

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO CONTABILE
Francesco Burroni
Telefono: 0578712249 - Fax 0578757355
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO CONTABILE
Matteo Biagi
Telefono: 0578712225 - Fax 0578757355
Email:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO CONTABILE
Emanuela Cioli
Telefono: 0578712248 - Fax 057875735Email: e.cioli@
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ASSISTENTI SOCIALI (Assegnazione funzionale S.D.S.)

Area Famiglia e Minori
Sandra Beligni - telefono: 0578713285
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Antonella Garosi - telefono 0578713213
Email: antonella.garosiQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Area Anziani

Nicola Valentino - telefono 0578713276
Email: nicola.valentinoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Area Disabilità

Eleonora Faenzi - telefono 0578713696
Email: eleonora.faenziQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

INFORMAZIONI


Ubicazione
Piazza Grande, 1 (Piano terreno) 
53045 Montepulciano (SI)

Contatti
Telefono: 0578 712257 - 0578 712227 - 0578 712225 - 0578 712249 - Fax: 0578 757355

Le telefonate dirette sono consentite: dal lunedì al venerdì, dalle 11:00 alle 13:30; il lunedì e il venerdì, dalle 15:00 alle 17:30. In orari diversi, risponde il centralino del Comune 0578 7121

Orario
Martedì e giovedì, dalle 10 alle 12:30. Mercoledì dalle 15:00 alle 17:30

Per informazioni generali, modulistica, consegna pratiche

Sportello per il Cittadino
Martedì, giovedì, venerdì, dalle 8:30 alle 12:30. Lunedì e mercoledì (orario continuato) dalle 8:30 alle 17:30


ATTIVITÀ DELLA STRUTTURA


Servizi Educativi all’Infanzia

Programmazione/gestione/controllo dei Servizi Nido e degli altri Servizi per l’infanzia anche di titolarità privata con particolare riferimento per i servizi privati alle procedure per autorizzazione e accreditamento dei servizi educativi.

Gestione amministrativa delle tariffe applicate alle famiglie degli utenti.

Attività di controllo sulle strutture educative private autorizzate.

Partecipazione ai bandi regionali per assegnazione finanziamenti per la gestione e per “voucher” per la frequenza di strutture private e relativa rendicontazione.

 

Servizi Sociali

Interventi a favore degli anziani: assistenza domiciliare svolta con convenzione con Azienda USL, servizio pasti a domicilio, interventi economici a favore di anziani in situazione di disagio economico, compartecipazione ai costi in caso di ricovero in RSA e Centri Diurni per anziani non autosufficienti e in situazione di disagio economico.

Interventi per i disabili: interventi all’interno delle scuole quando previsto dalla normativa.

Interventi a gestione diretta per soggetti in situazione di disagio economico-sociale mediante erogazione di sussidi economici a favore di nuclei familiari dietro presentazione di relazione dell’Assistente Sociale.

Gestione bando per l’assegnazione di contributi sui canoni di locazione in alloggi privati (ex art. 11 L. 431/1998).

 

Edilizia Residenziale Pubblica - Emergenza Abitativa

Adempimenti per attività istruttoria relativa alla formazione della graduatoria per l’assegnazione in locazione di alloggi di ERP, conseguente assegnazione in locazione ed eventuali provvedimenti per la decadenza.

Adempimenti relativi ad assegnazione di alloggi a “canone concordato”: pubblicazione bandi – formazione graduatorie – assegnazioni.

Assegnazione alloggi per “emergenza abitativa” in base al regolamento comunale vigente e dietro presentazione di progetto da parte del Servizio Sociale

Rapporto per tutti gli ambiti sopra esposti con il Servizio Sociale.

 


MODULISTICA


 

 

 

SERVIZI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA

 

SERVIZIO ASILO NIDO - BANDO PER AMMISSIONI AL SERVIZIO PER L'ANNO EDUCATIVO 2024 / 2025 PER LE AMMISSIONI A PARTIRE DA SETTEMBRE 2024. GRADUATORIA DEFINITIVA

GRADUATORIA_DEFINITIVA__2024_2025_PER_PUBBLICAZIONE_signed.pdf

GRADUATORIA_PROVVISORIA__2024_2025_PER_PUBBLICAZIONE_signed.pdf

1_BANDO_AMMISSIONI_SETTEMBRE_2024.pdf

 

 

 

 

  

 

AVVISO PUBBLICO PER L'ACQUISIZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER ADESIONE ALLA MISURA “NIDI GRATIS” (DECRETO DIRIGENZIALE REGIONE TOSCANA N. 5364 DEL 12/03/2024) RIVOLTO AI SERVIZI EDUCATIVI ALLA PRIMA INFANZIA ACCREDITATI OPERANTI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI MONTEPULCIANO (SI) - ANNO EDUCATIVO 2024/2025

2_AVVISO_STRUTTURE_PRIVATE_ACCREDITATE_DA_PUBBLICARE.pdf

2_Domanda_manifestazione_interesse_Nidi_Gratis.docx

2_Allegato_B.odt

DALLE ORE 9,00 DEL GIORNO 29 MAGGIO 2024 E FINO ALLE ORE 18,00 DEL GIORNO 27 GIUGNO 2024 le famiglie interessate possono presentare domanda esclusivamente mediante l'accesso all'applicativo regionale al seguente link:

www.regione.toscana.it/nidigratis

 

Guida_famiglie_Marcato.pdf

Con determinazione n. 565 del 20/05/20214, è stata approvata la graduatoria definitiva relativa alle ammissioni al servizio di Asilo Nido per le strutture comunali “L’Uccellino Azzurro” e “Il Trenino”.

Si ricorda che i bambini ammessi a frequentare l’Asilo Nido devono essere in regola con le vaccinazioni previste per legge e al momento dell’inserimento devono presentare certificazione medica attestante l’idoneità fisica del bambino.

Per il servizio di Asilo Nido è prevista una quota di compartecipazione mensile a carico della famiglia, determinata annualmente, in base al reddito ISEE percepito dal nucleo familiare ed ai moduli di orario.

Tuttavia per l’anno educativo 2024/2025, con riferimento al D.D. 5364/2024 della Regione Toscana, cosiddetto “Nidi Gratis”, è previsto un abbattimento dei costi delle tariffe dovute dalle famiglie, con ISEE fino a 35000 euro, per la frequenza nei servizi per la prima infanzia comunali o privati accreditati, come “sconto per la frequenza”. L’importo del beneficio è pari alla quota che eccede il contributo rimborsabile da INPS (bonus Inps di cui all’articolo 1, comma 355, legge 11 dicembre 2016, n. 232) fino ad una tariffa massima di 800 euro.

Possono accedere alla misura “Nidi Gratis” solo i bambini, residenti in Toscana, ammessi a frequentare i servizi per la prima infanzia comunali (o privati accreditati).

Per poter l’ottenimento del beneficio deve essere presentata domanda, tramite apposito applicativo regionale, a partire dalle ore 9,00 del giorno 29 maggio 2024 e fino alle ore 18,00 del giorno 27 giugno 2024, accedendo con il seguente link:

https://www.regione.toscana.it/-/nidi-gratis

Per accedere al portale regionale è necessario essere in possesso della Carta d'Identità elettronica (CIE), ovvero della Carta Nazionale dei Servizi (CNS), ovvero delle credenziali del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) di livello 2.

Inoltre è indispensabile essere in possesso di attestazione ISEE “ordinario” (in corso di validità e con DSU correttamente attestata) ad eccezione dei seguenti casi:

  • ISEE minorenni (in corso di validità e con DSU correttamente attestata) nel caso di bambini figli di genitori non coniugati tra loro e non conviventi;
  • ISEE corrente (in corso di validità e con DSU correttamente attestata) quando si siano verificate rilevanti variazioni del reddito ovvero di eventi avversi come la perdita del posto di lavoro o l’interruzione dei trattamenti.

All’atto della presentazione della domanda i richiedenti dovranno indicare e mettere a disposizione, oltre che ad un recapito telefonico di un cellulare, un indirizzo mail sul quale le amministrazioni comunali e la Regione potranno inviare le comunicazioni relative al presente avviso; potrà essere inserito anche un indirizzo PEC.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito ufficiale della Regione Toscana accedendo al seguente link:

https://www.regione.toscana.it/pr-fse-2021-2027/-/asset_publisher/ljKPdMA1BD14/content/nidi-gratis#:~:text=Chi%20pu%C3%B2%20accedere%20al%20contributo,il%20Bonus%20Nido%20ad%20Inps.

 

 

 

 

 

 

 

 

FSC – Fondo per lo Sviluppo e la Coesione Sociale – Sostegno dell’accoglienza dei bambini nei servizi educativi per la prima infanzia (3 – 36 mesi) – a.e. 2022 / 2023 di cui al D.D.  n. 16213 del 21/07/2022, modificato con D.D. n. 21079 del 25/10/2022

La Regione Toscana, con n. 16213 del 21/07/2022, modificato con D.D. n. 21079 del 25/10/2022, ha approvato l’avviso pubblico per il “Sostegno dell’accoglienza dei bambini nei servizi educativi per la prima infanzia (3 – 36 mesi)” rivolto ai Comuni della Toscana. L’avviso è teso a promuovere e sostenere, nel territorio regionale, la gestione diretta e indiretta dei servizi educativi, e per l'acquisto di posti bambino presso strutture educative accreditate, al fine di favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

 Il Comune di Montepulciano ha aderito all’intervento e la Regione Toscana con D.D. n. 21079 del 25/10/2022 ha assegnato un finanziamento dell’importo complessivo di € 20.211,79.

 Il finanziamento assegnato, tenuto conto di quanto stabilito con D.D. n. 13503/2019 relativamente all’individuazione del costo standard di € 3.709,00 annue a bambino, verrà utilizzato esclusivamente per abbattere la spesa che il Comune sostiene per il servizio di Asilo Nido in concessione.

L’assessore alle Politiche Sociali -  Emiliano Migliorucci

 

 

 

 

 SERVIZI SOCIALI

CENTRI ESTIVI 2024

AVVISO PUBBLICO FINALIZZATO ALL'INDIVIDUAZIONE DI SOGGETTI INTERESSATI ALLA ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DI CENTRI ESTIVI PER BAMBINE/I E RAGAZZE/I DA 3 AI 14 ANNI

AVVISO_PUBBLICO_OPERATORI_signed.pdf

MODULO_DOMANDA_ISCRIZIONE.doc

ALL_A_SCHEDA_PROGETTO_.doc

 

 

AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE Dl DOMANDE PER “INSERIMENTI PER DISAGIO SOCIALE” - ANNO 2024

BANDO_INSERIM_2024_signed.pdf 

 

 

 “Assegno di maternità”

A partire dal 2022 la modalità di presentazione della domanda on-line, per il beneficio di cui all’oggetto, erogato dall’INPS, è l’unica consentita ed è da intendersi tassativa. Non sono ammesse altre modalità di produzione o invio della domanda di partecipazione. Per la presentazione della domanda è necessario essere in possesso di SPID / CIE, di indirizzo di posta elettronica e di codice fiscale. Coloro che intendono presentare domanda devono utilizzare ESCLUSIVAMENTE la procedura attiva sul link presente nel sito al seguente indirizzo:

https://servizi.comune.montepulciano.si.it/portal/servizi/moduli/72/modulo

con le modalità ivi descritte.

Il richiedente dovrà connettersi al sito web www.comune.montepulciano.si.it, seguendo le istruzioni per la compilazione ivi contenute per le tre fasi:

  • Accedere ai servizi online/portale del cittadino con il sistema SPID o CIE;
  • Compilare domanda in formato elettronico ed allegare eventuale documentazione obbligatoria;
  • Concludere la domanda con “Salva e Invia”.

Al termine della fase 2 sarà possibile salvare la bozza della domanda, mentre al termine della fase 3 il sistema rilascerà una ricevuta attestante l’invio della documentazione e la fine della procedura di candidatura. Una volta completato l'iter sarà possibile scaricare la domanda prodotta dal sistema informatico in formato PDF.

La domanda si considera sottoscritta e inoltrata, al termine della compilazione e del caricamento degli eventuali allegati, con il ricevimento della email di conferma.

La data/ora di presentazione telematica dell’istanza al bando è attestata dall’applicazione informatica. Allo scadere del termine di validità del bando, l’applicazione informatica non permetterà più alcun accesso al modulo elettronico di compilazione/invio delle candidature. Si precisa che l’iscrizione è possibile solo per chi è in possesso dei requisiti di ammissione definiti dal presente bando.

L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da eventuali disguidi telematici o, comunque, imputabili a fatti di terzi, a caso fortuito o di forza maggiore.

CHE COS'E'

E’ un assegno che la madre non lavoratrice può chiedere al proprio Comune di residenza per la nascita del figlio oppure per l’adozione o l’affidamento preadottivo di un minore di età non superiore ai 6 anni (o ai 18 anni in caso di adozioni o affidamenti internazionali).

La madre lavoratrice può chiedere l’assegno se non ha diritto all’indennità di maternità dell’Inps oppure alla retribuzione per il periodo di maternità. Se l’importo dell’indennità o della retribuzione è inferiore all’importo dell’assegno, la madre lavoratrice può chiedere al Comune l’assegno in misura ridotta.

A CHI SPETTA

- Cittadine italiane o comunitarie residenti in Italia al momento del parto o ingresso in famiglia del minore adottato/affidato;

- Cittadine di Paesi Terzi regolarmente soggiornanti in Europa che rientrano nelle seguenti categorie:

  • cittadino rifugiato politico, i suoi familiari e superstiti (art. 27 del D.lgs n. 251/2007, che ha recepito la Direttiva 2004/83/CE , art. 28 ma anche artt. 2 e 4 Regolamento CE 883/2004)
  • cittadino apolide, i suoi familiari e superstiti (artt. 2 e 4 Regolamento CE 883/2004);
  • cittadino titolare della protezione sussidiaria ( art. 27 del D.lgs n. 251/2007, che ha recepito la Direttiva 2004/83/CE , art. 28);
  • cittadino che abbia soggiornato legalmente in almeno due stati membri, i suoi familiari e superstiti (art. 1 Regolamento UE 1231/2010)
  • cittadino familiare del cittadino dell'Unione (art. 19 del D.Lgs 30/2007, che ha recepito la Direttiva 2004/38/CE, art. 24);
  • cittadino titolare di permesso di soggiorno per famiglia (art. 12 comma 1 lettera e) della Direttiva 2011/98/UE, salvo quanto previsto dall'art. 1 comma 1 lettera b del D.lgs 40/2014 di attuazione della Direttiva );
  • cittadino/lavoratore del Marocco, Tunisia, Algeria e Turchia, ed i suoi familiari in base agli Accordi Euromediterranei;
  • cittadino titolare del permesso unico per lavoro o con autorizzazione al lavoro e i suoi familiari, ad eccezioni delle categorie espressamente escluse dal D.Lgs. 40/2014 – art. 12 comma 1 lettera e) della Direttiva 211/98/Ue, salvo quanto previsto dall'art. 1, comma 1 lettera b) del D.Lgs. 40/2014 di attuazione della Direttiva.

Il figlio di cittadina non comunitaria nato all’estero deve essere in possesso dello stesso titolo di soggiorno della madre.

REQUISITI
L’assegno di maternità spetta a condizione che i redditi ed i patrimoni posseduti dal nucleo familiare della madre al momento della data della domanda di assegno non superino il valore dell’Indicatore della Situazione Economica (ISE) applicabile alla data di nascita del figlio (ovvero di ingresso del minore nella famiglia adottiva o affidataria).

Ai fini della dichiarazione ISE è comunque possibile ricevere opportuna assistenza da parte dei CAF convenzionati con il Comune di residenza.

COSA SPETTA

In caso di madre non lavoratrice l’assegno spetta in misura intera. In caso di madre lavoratrice, l’assegno viene pagato per intero se durante il periodo di maternità non spetta l’indennità di maternità dell’Inps oppure la retribuzione; se l’indennità di maternità dell’Inps oppure la retribuzione sono di importo superiore rispetto all’importo dell’assegno, l’assegno viene pagato per la differenza (c.d. quota differenziale).

L’assegno spetta per ogni figlio; quindi, in caso di parto gemellare oppure di adozione o affidamento di più minori, l’importo è moltiplicato per il numero dei nati o adottati/affidati.
L’importo ed i requisiti economici sono rivalutati annualmente sulla base della variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati.

LA DOMANDA

La domanda deve essere presentata al proprio Comune di residenza necessariamente entro sei mesi dalla nascita del figlio o dall’ingresso in famiglia del minore adottato/affidato.
In genere, gli uffici dei Comuni rendono disponibili i modelli di domanda che possono essere utilizzati per la richiesta dell’assegno.

DOCUMENTAZIONE
Autocertificazione nella quale il richiedente è tenuto a dichiarare sotto la propria responsabilità:

  • i requisiti richiesti dalla legge per la concessione dell'assegno (residenza, cittadinanza e così via);
  • di non avere diritto per il periodo di maternità all'indennità di maternità dell'Inps ovvero alla retribuzione;
  • diversamente, dev'essere indicato l'importo di tali trattamenti economici per il calcolo della eventuale differenza;
  • di non avere presentato, per il medesimo figlio, domanda per l'assegno di maternità a carico dello Stato di cui all'art. 75 del D.Lgs. 151/2001 (assegno, questo, istituito dall'art. 49 della Legge n. 488/99).
  • L’assegno è pagato dall’Inps dopo che il Comune ha trasmesso tutti i dati della madre necessari per il pagamento.

 

 

Contributo in favore delle famiglie con figlio minore disabile concesso dalla Regione Toscana (Legge Regionale N. 44 del 29/12/2022)

La Regione, al fine di sostenere le famiglie con figli disabili minori di anni diciotto, istituisce un contributo annuale “una tantum” per il 2023 pari ad euro 700,00, a favore delle famiglie in possesso dei requisiti di cui al comma 4, per ogni minore disabile ed in presenza di un'accertata sussistenza nel disabile della condizione di handicap grave di cui all'articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104 (Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate).
Ai fini dell'erogazione del contributo è considerato minore anche il figlio che compie il diciottesimo anno di età nell'anno di riferimento del contributo.
I contributi di cui al comma 1 sono concessi dal comune di residenza del richiedente a seguito di istanza presentata entro il 30 giugno 2023. L'istanza di concessione del contributo è presentata dalla madre o dal padre del minore disabile, o da chi esercita la responsabilità genitoriale. I contributi concessi sono comunicati alla Regione che provvede ai relativi pagamenti.
I requisiti per la concessione del contributo sono i seguenti:
a) il genitore che presenta domanda deve far parte del medesimo nucleo familiare del figlio minore disabile per il quale è richiesto il contributo;
b) sia il genitore, sia il figlio minore disabile devono essere residenti in Toscana;
c) il genitore che presenta domanda e il figlio minore disabile devono far parte di un nucleo familiare convivente con un valore dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore ad euro 29.999,00.
 
Le istanze di concessione dei benefici sono redatte secondo uno schema-tipo approvato con decreto del dirigente regionale competente per materia e sono corredate da certificato comprovante l'handicap grave di cui all'articolo 3, comma 3, della L. 104/1992 e dall'attestazione ISEE aggiornata in corso di validità. La modulistica è pubblicata sul sito istituzionale della Regione.
Per ulteriori chiarimenti si rimanda al link della Regione Toscana:

https://www.regione.toscana.it/-/contributo-a-favore-delle-famiglie-con-figli-minori-disabili-1

Decreto_n22_del_02-01-2023-Allegato-A.pdf

Decreto_n22_del_02-01-2023-Allegato-B.pdf

 

 

 

RENDICONTO DELLA DESTINAZIONE DELLA QUOTA DEL 5 PER MILLE DELL’IRPEF A SOSTEGNO DELLE ATTIVITA’ SOCIALI SVOLTE DAL COMUNE DI RESIDENZA DEL CONTRIBUENTE ATTRIBUITA NELL’ANNO 2021 E RIFERITA ALL’ANNO FINANZIARIO 2019 E ANNO DI IMPOSTA 2018

(Articolo 12, decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23 aprile 2010 aggiornato con le istruzioni del Decreto del Presidente del Consiglio 7 luglio 2016)

ALL_B_RIS_ASSEGNATE_2021pdfp7mp7m.p7m

RELAZ_ALL_RENDICONTO_RIS_ASSEGNATE_2021pdfp7mp7m.p7m

 

ART.7 DELLA L.R. N.82/2009 - ACCREDITAMENTO PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE NELLA FORMA DI OPERATORE INDIVIDUALE

ELENCO_RICHIESTE.pdf

 

POLITICHE ABITATIVE - ERP - EMERGENZA ABITATIVA

 

GRADUATORIA DEFINITIVA "CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE - ANNO 2023"

graduatoria_provvisoria_2023_per_pubb_signed.pdf 

 

BANDO DI CONCORSO PER L’ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (E.R.P.) – ANNO 2022 - APPROVAZIONE GRADUATORIA DEFINITIVA

GRADUATORIA_DEFINITIVA_X_PUBBLICAZIONE.pdf 

 

 

BANDO DI CONCORSO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA GENERALE INERENTE L’ASSEGNAZIONE DI  ALLOGGI PRESENTI NEL TERRITORIO COMUNALE DI MONTEPULCIANO IN LOCAZIONE A CANONE CONCORDATO 

L’Amministrazione comunale, per incentivare la domanda di accesso agli alloggi a “canone concordato” con l’obiettivo di occupare tutti quelli ancora sfitti, mette a disposizione risorse di bilancio occorrenti per il rimborso parziale della spesa sostenuta dall’assegnatario per il canone di locazione.

I requisiti per aver diritto al beneficio sono:

  • essere già assegnatari degli alloggi e/o futuri assegnatari;
  • essere in possesso di attestazione ISEE, in corso di validità, compreso tra 8.000,00 e 25.000,00;
  • essere in regola con il pagamento del canone di locazione a Siena Casa o di aver sottoscritto il “riconoscimento del debito” impegnandosi con un piano di rientro del debito pregresso;

Il rimborso avverrà trimestralmente, previa verifica dell’avvenuto pagamento del canone.

2_BANDO_NUOVE_ASSEGNAZIONI_modificato.pdf

 

BANDO DI CONCORSO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA GENERALE INERENTE L’ASSEGNAZIONE DI  ALLOGGI PRESENTI NEL TERRITORIO COMUNALE DI MONTEPULCIANO IN LOCAZIONE A CANONE CONCORDATO - (delib.G.C. 61/2022- det. 339/2022) - GRADUATORIA PROVVISORIA (1° SEMESTRE 2024) - Approvata con det. 803 DEL 22/07/2024

GRADUATORIA_PROVVISORIA_6_BANDO_X_PUBBLICAZIONE.pdf

  

ACCORDO TERRITORIALE SULLE LOCAZIONI ABITATIVE

In data 28 luglio 2023, le Associazioni degli Inquilini (S.U.N.I.A. - S.I.C.E.T. - U.N.I.A.T.) e le Associazioni dei Proprietari (A.P.E. - CONFEDILIZIA - FEDERPROPRIETA' - U.P.P.I.) hanno depositato presso il Comune l'ACCORDO TERRITORIALE SULLE LOCAZIONI ABITATIVE - Zona Valdichiana Senese, applicabile nei Comuni di Abbadia San Salvatore, Castiglione d'Orcia, Cetona, Chianciano Terme, Chiusi, Montepulciano, Piancastagnaio, Pienza, Radicofani, San Casciano dei Bagni, San Quirico d'Orcia, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena, Trequanda, sottoscritto in data 19/04/2019 in attuazione dell'art. 2, comma 3 e art. 5, comma2 della L. 431/1998 e Decreto Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 16/01/2017 (G.U. n. 62 del 15/03/2017).

Di seguito, il pdf dell'accordo

doc78045620230801134430.pdf

 

CONTRIBUTO PREVENZIONE ESECUTIVITA’ DEGLI SFRATTI PER  MOROSITA’

Si rende noto che a seguito approvazione da parte della Regione Toscana (delib.G.R. 284/2021  e successivo D.D. 5855/2021) sono stati modificati i requisiti e le modalità di ripartizione ed erogazione del contributo mirato a prevenire gli sfratti per morosità per famiglie che versano in condizioni di temporanea difficoltà a causa della critica congiuntura socio-economica con conseguente significativa riduzione reddituale da parte del nucleo familiare. Pertanto chi è in ossesso dei requisiti previsti dal bando può presentare domanda a partire dal 9 giugno 2021, e fino ad esaurimento delle risorse utilizzando il modello di seguito riportato.

A_Avviso_Pubblico_contributo_sfratti.pdf

B_Modello_di_domanda.pdf

B_Modello_di_domanda.docx

Dichiarazione_Disponibilit_Proprietario_Attuale.doc

Dichiarazione_Disponibilit_Locatario_Futuro.doc